cilf

CePIM a CILF: la fiera logistica di Shenzen

Si apre domani a Shenzhen e proseguirà fino al 12 ottobre 2019 la CILF – China International Logistics and Supply Chain Fair a cui parteciperà CePIM SpA – Interporto di Parma.

L’iniziativa, realizzata dall’Agenzia ICE nasce dalla collaborazione con le due principali associazioni di categoria della logistica italiana, Assoporti e UIR – Unione Interporti Riuniti. Obiettivo della partecipazione alla CILF è quello di inserire le attività di attrazione investimenti, facenti capo al Gruppo di Lavoro “Invest in Italy” di Agenzia ICE e Invitalia, all’interno delle dinamiche degli sviluppi logistici e del Real Estate che scaturiscono dal Piano strategico One Belt One Road, anche con riferimento alla crescita significativa del cross border e-commerce.

L’evento si inserisce nell’ambito delle attività previste dall’accordo tra Agenzia ICE e le suddette Associazioni, siglato nel luglio 2018 con l’obiettivo di instaurare un rapporto di collaborazione per valorizzare il “Sistema Paese” ed introdurvi l’investitore estero come attore strategico per l’evoluzione, nello specifico, della competitività della portualità italiana e del sistema distributivo con base la rete degli interporti.

La CILF è uno dei principali eventi fieristici dedicati alla logistica che si tengono in Cina con, in più, una forte risonanza in ambito asiatico: nelle passate edizioni ha registrato 1.860 espositori da 53 Paesi e 138.000 visitatori da 81 Stati. Il Salone rappresenta quindi il naturale punto di riferimento per quanti vogliano cogliere le opportunità di questo settore, sia per la presenza a Shenzhen di una ZES, la prima ad essere realizzata in Cina, sia per la vicinanza della città con la zona franca del Porto di Hong Kong.

Il Padiglione Italia, in cui sarà presente anche CePIM, ospiterà una delegazione in rappresentanza di nove realtà del mondo della logistica italiana: AdSP (Autorità di Sistema Portuale) del Mar Ligure Occidentale (Genova), AdSP del Mar Tirreno Settentrionale (Livorno), Autorità Portuale di Gioia Tauro e della Calabria (Gioia Tauro), AdSP del Mar Ionio (Taranto), AdSP del Mare Adriatico Meridionale (Bari), AdSP del Mare Adriatico Settentrionale (Venezia), Interporto Campano Spa, Cepim Spa – Interporto di Parma, Zailog – Interporto Verona Quadrante Europa.

 

“E’ indispensabile partecipare a questo tipo di attività: l’internazionalizzazione è per noi un dei pilastri fondamentali per la crescita della nostra società. I traffici commerciali oggi non riguardano solo l’Europa ma coinvolgono anche altri paesi – spiega l’ing. Capitani AD e Presidente CePIM – La Via della Seta coinvolge sempre di più l’Italia, per questo è fondamentale che realtà come la nostra siano pronte a creare rapporti solidi e proficui per tutto il paese”.

 

Durante la tre giorni cinese, la CILF sarà animata da un fitto programma di forum e seminari tecnici. L’Agenzia ICE ha coordinato, agendo in sinergia con i partner dell’iniziativa, la presenza in tre diversi forum di alcuni fra i rappresentanti della compagine italiana. Il primo appuntamento di taglio istituzionale, The 8th Shenzhen World Port Chain Strategy Forum, si terrà giovedì 10 ottobre e vedrà tra gli altri gli interventi dei rappresentanti di Assoporti, UIR, Porto di Genova, Porto di Taranto e Interporto Campano.

Il giorno successivo, venerdì 11 ottobre, sarà la volta di due seminari tecnici: il primo, dedicato ai treni blocco ospiterà l’intervento dell’Interporto di Parma in cui l’Ing. Capitani illustrerà dinamiche di crescita e potenzialità italiane rispetto alla Belt & Road: the opportunities and Challenges of the China-Europe Block Trains; mentre il secondo, sulle catene internazionali della distribuzione su piattaforma e-commerce sarà a cura del Porto di Genova.

Il nostro Paese può contare su 15 Autorità di Sistema Portuale che movimentano oltre 240 miliardi di euro di import/export marittimo, inoltre, forte dei suoi 23 Interporti5 dei quali occupano stabilmente i primi 10 posti fra le principali strutture a livello europeo, di questi fa parte appunto CePIM, l’Italia può offrire una rete capillare di strutture e servizi ad alto potenziale di investimento.

costellazioni

CePIM a sostegno dell’arte nella città di Parma

E’ stata inaugurata ieri, alla presenza del Sindaco Pizzarotti e dell’Assessore Guerra, la mostra “Costellazioni Familiari – Dialogo sulla Libertà” dell’artista Gianluigi Colin, promossa, organizzata e fortemente voluta dall’Ing. Luigi Capitani Presidente e AD di CePIM SpA – Interporto di Parma.

Costellazioni Familiari – Dialoghi sulla libertà è il titolo della grande mostra curata da Arturo Carlo Quintavalle che occuperà per intero il Palazzo del Governatore di Parma dal 27 settembre al 1 dicembre 2019. L’esposizione propone un viaggio inedito all’interno della ricerca di Gianluigi Colin, artista visivo, critico e cover editor de La Lettura.
La mostra, voluta da Luigi Capitani, presidente e amministratore delegato di
Cepim Spa, Interporto di Parma, da sempre vicina all’arte, e con la preziosa collaborazione del Comune di Parma, si inserisce all’interno delle manifestazioni di Anteprima PARMA Capitale Italiana della Cultura 2020.
Costellazioni Familiari – Dialoghi sulla libertà si dipana lungo le stanze del Palazzo come un percorso espositivo costruito sul dialogo con altri autori: amici innanzitutto, ma soprattutto artisti, fotografi e poeti contigui a Colin per visione e formazione, grandi personalità con cui ha lavorato o che hanno rappresentato per lui un punto di riferimento culturale.

“Promuovere l’arte e la sua diffusione è per noi motivo di vanto e orgoglio, cerchiamo pertanto di diffondere la cultura e l’arte attraverso veicoli quali mostre ed eventi artistici restituendo così parte della nostra creazione di valore verso il territorio. Realizziamo le nostre attività con la stessa passione con cui realizziamo i progetti artistici che sosteniamo” Spiega l’Ing. Luigi Capitani.

 

La mostra sarà visitabile dal 27 settembre al 1 dicembre
Presso Palazzo del Governatore, Piazza Garibaldi a Parma
Martedì, mercoledì e giovedì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00
Venerdì, sabato e domenica orario continuato dalle 10.00 alle 19.00

convegno simultra

CePIM organizza il convegno Simultra ERASMUS+

Si è concluso ieri l’evento Simultra Final Conference organizzato da CePIM SpA, una due giorni conclusiva dedicata al progetto SIMULTRA.

Nel corso degli ultimi due anni CePIM, insieme a ITL (istituto di ricerca), CIFPA (ente di formazione spagnolo), università di Anversa, AFT (associazione di settore francese), Poliedra e Grub Solution (società di tecnologia e comunicazione italiana e spagnola), ha portato avanti un progetto europeo per la creazione di strumenti formativi. Sette i partner di progetto internazionali che nel corso di questi due anni hanno elaborato, disegnato, progetto e infine realizzato simulatori per l’apprendimento e la formazione dei ragazzi che vogliono approcciarsi al mondo della logistica e dei trasporti.
Finanziato dal programma Europeo ERASMUS+, il progetto SIMULTRA si allinea alle strategie nazionali e comunitarie, le quali mirano ad un rafforzamento del sistema duale in ambito di istruzione e formazione tecnica e professionale, con una più stretta collaborazione tra il sistema aziendale e quello dell’istruzione, e il ricorso più ampio all’apprendimento basato sul lavoro.

Lunedì 23 settembre i partner si sono riuniti presso CePIM per meeting di progetto ed hanno anche potuto visitare la struttura interportuale, mentre il 24 settembre nella magnifica location di Palazzo Soragna presso UPI si è tenuta la conferenza aperta al pubblico. “La giornata – racconta l’Ing. Capitani Ad e Presidente CePIM – ha voluto evidenziare l’importanza della formazione per i ragazzi attraverso progetti e strumenti che possano sensibilizzare i giovani verso il mondo della logistica e prepararli adeguatamente”. Sono stati visionati alcuni strumenti di simulazione sviluppati dai partner, che replicano le principali attività del settore logistico e le procedure operative di tali ambiti.

A seguire invece ci sono stati dibattiti e una tavola rotonda alla presenza della Regione Emilia-Romagna, ITL (Istituto trasporti e Logistica), ITS Piacenza, Logistic Transport farm, ITIS di Parma e Fidenza, Zailog di Verona, la Scuola Nazionale Trasporti e Logistica di La Spezia, ma anche Assologistica e Università degli Studi di Parma

“Siamo orgogliosi di partecipare attivamente a progetti che riguardano la formazione dei più giovani, sembra scontato dire che i ragazzi sono il nostro futuro, ma nel mondo logistico non lo è. È fondamentale creare strumenti che possano avvicinare i ragazzi al mondo logistico e trasportistico per facilitare il loro ingresso nel mondo del lavoro e farlo con un gruppo di lavoro europeo è stato un grande stimolo per rendere questi strumenti ancora più completi e accattivanti” conclude l’Ing. Capitani AD e Presidente CePIM.