news-blank

Studenti al CePIM per capire l’intermodalità

Tre classi dagli Istituti di formazione da Piacenza, Forlì-Cesena e Modena all’Interporto di Parma per una giornata di studio sulla logistica intermodale in ottica europea.

INTERPORTO di PARMA, 5 Marzo 2014 – Visita all’Interporto di Parma per tre classi degli Istituti Tecnici Superiori  delle provincie di Piacenza, Modena e Forlì Cesena. Sono circa 80 studenti, tra  diplomati e laureati, frequentanti un corso biennale di specializzazione sulla logistica e i trasporti, che hanno svolto ieri un seminario di approfondimento dal titolo “La gestione intermodale delle merci in un’ottica europea”, comprensivo di incontro in aula e di sopralluogo alle infrastrutture dell’Interporto di Parma, per conoscere da vicino le strutture e le dinamiche che presiedono ai processi logistici e distributivi che fanno uso dello switch intermodale tra strada e ferrovia.

Tra i temi affrontati da docenti e specialisti vi sono “L’innovazione nella logistica”, trattato dal responsabile scientifico della Scuola Nazionale di Trasporti e Logistica di La Spezia Maurizio Da Bove, “La gestione innovativa dei trasporti”, discusso rispettivamente dal responsabile Logistica e dall’amministratore del consorzio Mole Andrea Ivaldi e Paolo Bordignon, “La logistica e il commercio internazionale”, svolto dalla consulente doganalista Gabriella Gennari, e una testimonianza aziendale sul sistema di gestione delle merci e sui processi distributivi intermodali del responsabile marketing e sviluppo commerciale di CePIM Mauro Calzetti.

La formazione sul campo – ha spiegato l’amministratore delegato di CePIM Luigi Capitaniè una parte essenziale del percorso che porta alla piena capacità operativa di un giovane che sceglie un settore di studio come la logistica. Attraverso il contatto diretto con le attività e con gli operatori, con le problematiche e i singoli  aspetti quotidiani legati a questo lavoro si può acquisire una professionalità che può essere spesa da subito nella realtà aziendale. Noi ne siamo convinti e per questo promuoviamo da anni partnership con le scuole e gli istituti di specializzazione nel settore. Un esempio recentissimo è la collaborazione con l’Itis Berenini di Fidenza, per il quale abbiamo svolto in collaborazione con l’Unione Industriali di Parma attività formative in aula. Ma da anni abbiamo relazioni stabili anche con l’Università di Parma e con la Scuola Nazionale di Trasporti e Logistica di La Spezia, con i quali promuoviamo stage in azienda”.

Molte le domande poste dai ragazzi per approfondire gli argomenti fin qui appresi attraverso i libri e durante i corsi. La fondazione ITS, che ha sede a Piacenza e istituti in diverse province della regione, si occupa di formazione avanzata e specializzata nella logistica e nella mobilità sostenibile, anche attraverso l’integrazione con il territorio e con i distretti industriali locali.