Posts

news-blank

Da Londra al CePIM alla ricerca di soluzioni di logistica efficiente

Visita di rappresentanti del Westminster City Council all’Interporto per approfondire infrastrutture, tecnologie e strategie per la distribuzione urbana delle merci e la riduzione di mezzi pesanti nelle città, nell’ambito del progetto europeo Freight Tails. Dieci i paesi coinvolti.

 

La distribuzione urbana delle merci e le politiche di mobilità sostenibile sono al centro di un progetto che vede CePIM-Interporto di Parma tra i protagonisti attivi nelle proposte e nella costruzione di soluzioni efficienti ed efficaci, non solo a livello locale ma anche europeo.

La società fondatrice dell’Interporto e operatore di logistica integrata e trasporto intermodale, infatti, prende parte a fianco del Comune di Parma al progetto “Freight Tails”, all’interno di un panel che vede coinvolte, oltre a Parma, città europee come Bruxelles (Belgio), Maastricht (Paesi Bassi), La Rochelle (Francia), Split (Croazia), Umea (Svezia), Tallin (Estonia), Suceava (Romania) e Gdynia (Polonia), e il Westminster City Council di Londra nel ruolo di coordinatore del progetto.

È in tale contesto che si è svolta la visita dei rappresentanti dell’Istituzione londinese al CePIM. Il team, accompagnato da due rappresentanti del Comune di Parma, ha potuto incontrare i dirigenti della Società e visitare alcune delle strutture e delle infrastrutture logistiche dell’interporto al servizio delle merci.

“Da anni CePIM ha messo a punto strategie efficaci – ha spiegato l’amministratore delegato Luigi Capitani – ed ha elaborato progetti per effettuare in modo efficiente servizi di city-logistics. Abbiamo una lunga esperienza in fatto di trasporto a basso impatto ambientale e un know how che possiamo declinare in modo adeguato ad ogni esigenza di trasporto e distribuzione. Lo dimostrano i tanti servizi che abbiamo lanciato e consolidato in questi anni, dedicati al settore Food come alle altre tipologie di merce, destinate all’Italia e all’Europa, ma anche al Far East e agli Stati Uniti. Siamo disponibili a mettere queste conoscenze al servizio del Comune e del gruppo di lavoro.”

L’obiettivo del progetto che coinvolge le dieci città europee è chiaro e urgente: si tratta di trovare – attraverso il confronto, le buone prassi e i progetti perseguiti nell’ultimo decennio – soluzioni efficaci per ridurre drasticamente la presenza nelle aree urbane e nei centri cittadini di mezzi pesanti, spesso vuoti o semi-pieni, che congestionano strade e vicoli contribuendo all’emissione di CO2 e di polveri sottili in atmosfera senza una reale efficienza distributiva. Un problema oggi comune a tutti i principali centri urbani europei ed internazionali.

La visita si inserisce in una due-giorni che ha compreso un momento istituzionale e un tavolo di confronto in Comune lunedì, alla presenza di tecnici delle associazioni, dello stesso CePIM e di altri operatori del settore.

news-blank

Il sindaco Pizzarotti visita l’interporto di Parma

Incontro nella sede di CePIM per approfondire temi strategici per l’Azienda e di interesse per la comunità. Tra gli argomenti trattati sviluppo dell’intermodalità, Ti-Bre e city logistics.

Incontro di approfondimento ieri tra il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e i vertici di CePIM spa all’Interporto di Parma. Il Primo Cittadino della città ducale, insieme all’assessore alla Mobilità e all’Ambiente Gabriele Folli, ha fatto visita alla piattaforma interportuale per conoscere da vicino l’infrastruttura e le sue peculiarità.

Nella sede interportuale il Sindaco e l’Assessore hanno parlato con il presidente di CePIM Johann Marzani e l’amministratore delegato Luigi Capitani su temi di interesse comuni, tra i quali il potenziamento dell’intermodalità nel trasporto delle merci, il corridoio Tirreno-Brennero e iniziative e progetti nel campo della mobilità urbana e della city logistics.

“Siamo convinti – ha spiegato l’a.d. Capitani – che CePIM possa essere un partner strategico per il Comune di Parma nel rilancio con successo di molte attività, tra cui il trasporto intermodale e la urban logistics: le nostre competenze sono testate dalla fiducia che i nostri clienti nazionali ed internazionali ripongono in noi; i nostri processi sono certificati per Qualità, Ambiente e Sicurezza; l’ecosostenibilità è un valore fondativo della nostra Società. È nella nostra mission, nel nostro asset  infrastrutturale e nelle nostre scelte operative. È di poco più di un mese fa, ad esempio, la firma di un accordo con la Regione e l’Autorità portuale di Ravenna per l’attivazione di nuovi collegamenti intermodali tra il bacino padano e l’Adriatico”.

I due amministratori comunali hanno confermato la propria soddisfazione per i risultati economico-finanziarii conseguiti da CePIM spa, di cui il Comune di Parma è azionista, in questi anni e l’impegno a valorizzarne gli obiettivi di crescita in ottica ecosostenibile.

“Abbiamo trovato in loro attenzione e interesse per la nostra realtà e i nostri obiettivi – ha proseguito Capitani – e abbiamo già concordato ulteriori incontri per creare delle sinergie”.

Grande soddisfazione per i risultati dell’incontro ha manifestato anche il presidente di CePIM Marzani:

“Abbiamo ricevuto apprezzamenti per i nostri progetti per il futuro, ambiziosi e fondati su solide premesse. Contiamo adesso di sviluppare maggiormente i rapporti con l’Amministrazione comunale e di coinvolgerli su temi per noi fondamentali quali il potenziamento dell’intermodalità, il corridoio Tirreno-Brennero di collegamento con La Spezia e i mercati europei, la city logistics”.