Posts

copertina

Approvato il Bilancio 2017

La scorsa settimana si è svolta l’annuale Assemblea degli Azionisti di CePIM – Interporto di Parma in cui si è discusso il Bilancio 2017 della Società. Il Bilancio, approvato dagli azionisti all’unanimità, ha segnato un incremento positivo dell’utile confermando la crescita costante della realtà parmigiana.

Il 2017 è stato un anno importante grazie all’avvio di una serie di investimenti che hanno coinvolto l’interporto parmigiano: primo fra tutti l’elettrificazione ferroviaria. Fino ad oggi, il trasferimento dei convogli dalla stazione di Castelguelfo, al fascio intermodale nell’area CePIM ha richiesto l’uso di locomotori alimentati a diesel. Il progetto di elettrificazione prevede l’installazione di un impianto di fornitura di energia elettrica lungo tutto il raccordo e la sostituzione delle operazioni di trazione svolte dai locomotori diesel, lenti ed inquinanti, con quelle di elettromotrici di ultima generazione. L’obiettivo è quello di potenziare la dorsale consentendone l’incremento della capacità di movimentazione.

Inoltre ha preso il via anche un progetto di ampliamento del Terminal ferroviario che permetterà di accogliere treni di maggiore lunghezza e portata. L’investimento consentirà di potenziare le infrastrutture interne e permetterà l’incremento della capacità di offerta di trasporto intermodale e movimentazione delle merci.

Nell’ottica della crescita commerciale, CePIM – Interporto di Parma, ha organizzato, lo scorso ottobre, anche un convegno per analizzare le potenzialità presenti e future della Via della Seta, coinvolgendo differenti attori nazionali ed internazionali.

CePIM ha inoltre sviluppato un progetto per la realizzazione di un Container adibito al Trasporto Intermodale di Cereali sfusi con scarico bilaterale a gravità, presentandolo all’interno del Bando per Progetti Collaborativi di Ricerca e Sviluppo delle Imprese della Regione Emilia-Romagna a valere sul fondo strutturale Europeo POR-FESR 2014-2020. L’ottenimento del bando ha permesso la realizzazione del prototipo.

CePIM ha inoltre preso parte alla firma per l’accordo della Regione Emilia-Romagna  per la nascita del “Cluster intermodale regionale” al fine di incentivare la crescita del sistema intermodale regionale.

Infine, CePIM, da sempre attento all’innovazione ed alla sostenibilità, ha ottenuto, anche nel 2017 le certificazioni ISO9001, ISO14001 e OHSAS18001 confermando l’andamento degli anni precedenti.

cof

firma contratto cepim siteia

CEPIM e SITEIA.PARMA insieme per l’innovazione

CEPIM SpA, Interporto di Parma, e SITEIA.PARMA, Centro Interdipartimentale dell’Università di Parma, collaboreranno insieme allo sviluppo di un progetto che CEPIM ha presentato all’interno del Bando per Progetti Collaborativi di Ricerca e Sviluppo delle Imprese della Regione Emilia-Romagna a valere sul fondo strutturale Europeo POR-FESR 2014-2020, ottenendone il sostegno economico.

L’obbiettivo è l’ottimizzazione e la creazione, prima di un prototipo di container, poi di attrezzature logistiche innovative, che possano migliorare e incrementare la flessibilità nella supply chain.

“Tempo fa abbiamo portato a termine un progetto logistico articolato e complesso che prevedeva il trasporto di materie prime sfuse. Durante il trasporto ci siamo accorti che le strutture in cui riponevamo il materiale non rispondevano a criteri logistici adeguati, così abbiamo pensato di ideare un container, adibito al trasporto intermodale di materiali sfusi” racconta l’ingegner Capitani, Amministratore Delegato di Cepim “l’obbiettivo di Cepim è quello di sviluppare un progetto di ricerca innovativo per introdurre sul mercato una tipologia di container, migliorato in alcuni suoi aspetti, per renderlo adatto in particolare nel settore agroalimentare. Tale progetto ci permetterà di  massimizzare la flessibilità operativa, aumentare il controllo sulla sicurezza del prodotto e del personale, senza trascurare anche aspetti, per noi, molto importanti, come l’ecosostenibilità e l’economicità”

L’importante partnership con SITEIA.PARMA ci permette di creare una sinergia funzionale per lo sviluppo dell’idea. Le competenza ingegneristiche di SITEIA.PARMA insieme all’esperienza logistica di Cepim sono le basi per creare un prodotto vincente.

 

Trovate qui la pubblicazione sulla Gazzetta di Parma cepi e siteia

Luigi Cpitani_Good Energy Awards 2016

CEPIM A GOOD ENERGY AWARD 2016

Si è concluso, pochi giorni fa, il Good Energy Award 2016, il premio all’innovazione energetica e all’utilizzo responsabile, efficiente e sostenibile dell’energia. Il premio, organizzato da Bernoni Grant Thornton in collaborazione con Il Sole 24 ORE Eventi, ha come obiettivo il conferimento di un riconoscimento a tutte quelle imprese italiane che maggiormente si sono distinte per avere scelto di operare in modo responsabile e sostenibile verso l’ambiente e il territorio. CePIM SpA, Interporto di Parma, ha partecipato al premio ottenendo una menzione speciale grazie al suo progetto e qualificandosi nella shortlist dei finalisti. La menzione speciale fa seguito al conseguimento del Premio “Il Logistico dell’Anno” edizione 2015.

CePIM punta da sempre all’innovazione nella gestione del business logistico ed immobiliare. Il nuovo approccio ha come obbiettivo la ricerca di investimenti che possano coniugare la sostenibilità ambientale con la buona redditività. In particolare, in seguito ad un’attenta analisi energetica delle infrastrutture è stato avviato il Programma pluriennale denominato SEM – Smart Energy Management. Durante il convegno di chiusura l’Ingegner Capitani, amministratore delegato di CePIM, è intervenuto raccontando gli aspetti salienti del progetto “l’obiettivo strategico di SEM quello di sviluppare un processo virtuoso che individui e sfrutti al meglio le opportunità di riduzione dei consumi energetici, riducendo così l’impatto ambientale e i costi di gestione”. Il programma di CePIM ha riguardato l’installazione di impianti fotovoltaici sulle coperture dei magazzini e sugli uffici; la riqualificazione degli impianti di illuminazione esterna con l’utilizzo dei LED; l’implementazione del nuovo sistema di raffreddamento/riscaldamento negli uffici aziendali; inoltre alcuni investimenti rivolti alla promozione e la realizzazione di nuovi traffici intermodali per ridurre l’impatto ambientale del trasporto; la realizzazione di una stazione di servizio a GNL per incentivare l’utilizzo di carburanti ecosostenibili; ed infine l’elettrificazione della dorsale ferroviaria collegata all’interporto di Parma.

good energy