Posts

Immagine1

 Container per il Trasporto di Cereali sfusi

CePIM ha ideato, progettato e sviluppato un container innovativo brevettato che semplifica le modalità di carico, scarico e trasporto di cereali sfusi.

Il progetto è stato sviluppato grazie al Bando per Progetti Collaborativi di Ricerca e Sviluppo delle Imprese della Regione Emilia-Romagna a valere sul fondo strutturale Europeo POR-FESR 2014-2020. CePIM ha redatto una proposta per aderire al bando e, nell’autunno del 2016, è entrato nella graduatoria tra i primi classificati ottenendo il finanziamento europeo.

Successivamente, insieme a SITEIA.PARMA, Centro Interdipartimentale sulla Sicurezza, Tecnologie e Innovazione Agroalimentare dell’Università di Parma, ed altri partner industriali, è stato elaborato il progetto e brevettato il prototipo.

 

 

bilancio 2016

CePIM Interporto di Parma: Approvato il Bilancio 2016

La scorsa settimana si è svolta l’annuale Assemblea degli Azionisti di CePIM – Interporto di Parma in cui si è discusso il Bilancio 2016 della Società. Il Bilancio, approvato dagli azionisti all’unanimità, ha segnato un incremento positivo dell’utile pari circa al doppio rispetto a quello dell’anno precedente.

È stato possibile ottenere questi risultati positivi in particolari dovuti al consolidamento dell’attività logistica nel settore dei polimeri, e soprattutto grazie ai nuovi traffici avviati con i paesi asiatici. Ad essi si aggiungono anche l’incremento nell’attività di deposito nel settore dell’automotive e la crescita costante nelle attività di trasporto su gomma relative ai settori metallurgico e agro-alimentare. Inoltre, per merito degli accordi con il Porto di La Spezia e il Porto di Ravenna, sono proseguite le attività di trasporti intermodale sia su gomma che su ferro. Oltre a logistica e trasporto intermodale, a rafforzare l’incremento complessivo, è stata anche la crescita del settore immobiliare.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti – spiega l’ingegner Capitani – e della crescita della nostra Società. Ovviamente il grazie più grande va a tutta la squadra che si impegna con costanza e lavora dando il meglio”.

Nel 2016 CePIM ha ottenuto anche riconoscimenti importanti: il premio Good Energy Award2016, per l’innovazione energetica e l’utilizzo responsabile, efficiente e sostenibile dell’energia. CePIM è stato anche premiato al Convegno Internazionale Le Fonti Awards 2016 come Eccellenza dell’anno in “Innovazione e Sostenibilità” nel campo della logistica. Infine, ma non meno importante, la Società ha partecipato al premio CNH “Sustainability Logistics Supplier of the Year” per i risultati raggiunti nell’ambito della sostenibilità ed è stata premiata come Top Logistic Provider 2016 – Compound.

CePIM inoltre ha sempre mostrato attenzione ed interesse verso l’innovazione e la sostenibilità, per questo, anche nel 2016 la Società ha confermato le certificazioni ISO9001, ISO14001 e OHSAS18001 ottenute in precedenza. Inoltre i pannelli fotovoltaici installati sopra le coperture dei magazzini hanno prodotto energia rinnovabile con una capacità complessiva di 2,7 Mgw. Diversi sono i progetti in concorso per l’incremento delle potenzialità dell’interporto in tema di intermodalità, sviluppando infrastrutture ferroviarie e logistiche e anche progetti di ricerca con l’Università di Parma nel campo della gestione dei container. Inoltre sono in rapido sviluppo anche diversi “Fast Corridors” doganali.

news-blank

CePIM al convegno di Legambiente parla di intermodalità

Tra i relatori oggi al convegno in Regione, l’a.d. Capitani ha portato le testimonianze e l’esperienza sul campo dell’Interporto di Parma.

Il trasporto merci su ferrovia è stato oggi il tema di un convegno, dal titolo “Portare le merci in treno” svoltosi presso la sede della Regione Emilia Romagna e organizzato da Legambiente, cui CePIM ha portato il suo contributo e la sua esperienza.

La Società, infatti, è stata tra i relatori che hanno affrontato il tema dello sviluppo del trasporto merci a basso impatto ambientale, tra le molte opportunità da cogliere a livello internazionale e i pesanti vincoli burocratici ancora oggi imposti da un sistema non completamente sincronizzato rispetto alle esigenze del mercato.

“L’interporto è un importante attore sul terreno della sostenibilità ambientale – ha dichiarato Luigi Capitani, amministratore delegato di Cepim nel suo intervento -. Come azienda, permette di efficientare tale sostenibilità. Il nostro Interporto, ad esempio, sviluppa con il trasporto relazioni Oltralpe e con il Mediterraneo ed ha incrementato negli ultimi anni del 28% il traffico ferroviario. La sostenibilità è quindi un importante driver di competitività. Ma per essere veramente efficace, il sistema richiede che siano velocizzati i processi decisionali relativi alle infrastrutture e alla burocrazia.”

Guarda la video-intervista a Luigi Capitani.

Sulla scena di Bologna CePIM ha portato la voce degli interporti e, in particolare, ha parlato delle sue esperienze sul campo, spesso da innovatore e da precursore nel campo dell’intermodalità e dei progetti ecosostenibili. L’incontro è stato un’occasione di discussione in merito alle scelte e alle priorità per modernizzare la logistica e le infrastrutture per il trasporto merci, nonché per definire nuove condizioni economiche e normative per far crescere il trasporto ferroviario e l’intermodalità in Italia come filiera conveniente e sostenibile negli scambi con l’Europa e i nodi portuali e urbani.

Al convegno sono intervenuti, tra gli altri, l’assessore regionale alla Mobilità Raffaele Donini, l’onorevole Paolo Gandolfi, membro della Commissione Trasporti della Camera dei deputati, il Presidente di Fercargo Giancarlo Laguzzi, il Presidente dell’Autorità Portuale di Ravenna Galliano Di Marco ed il vicepresidente nazionale di Legambiente Edoardo Zanchini, oltre ai rappresentanti delle principali aziende del settore.

Leggi tutti gli interventi al Convegno di Legambiente.