Posts

san cristoforo

Nuovo accordo tra CePIM Interporto di Parma e Associazione San Cristoforo

La settimana scorsa è stato siglato l’accordo tra CePIM – Interporto di Parma e  San Cristoforo, un pezzo di strada insieme Onlus.

Tale accordo riguarda la fornitura di servizi logistici che CePIM mette a disposizione nei confornti della onlus, per sostenerla ed aiutarla nel suo operato benefico nel territorio di Parma.

L’associazione parmigiana, guidata da Don Umberto Cocconi, è interessata  ad un servizio di deposito, movimentazione e trasporto di beni prevalentemente alimentari.

Per la durata di un anno infatti San Cristoforo potrà scaricare le merci presso i magazzini Cepim all’interno dell’Interporto di Parma, fare attività di deposito, gestire ordini di spedizione e carico merce e svolgere le routinarie attività amministrative.

Cepim, da sempre è vicino al benessere della comunità ed è lieto di poter sostenere un’ Associazione, come San Cristoforo, che si pone come obbiettivo proprio quello di aiutare le persone che vivono in condizioni di precarietà.

http://www.sancristoforo.org/

certificazioni

Certificazioni Qualità, Ambiente e Sicurezza

CePIM spa conferma, anche quest’anno i certificati ISO 9001, ISO 14001 OHSAS 18001. Tali documenti avranno valità fino al 2018 per ISO 9001 e fino al 2019 per ISO 14001 e OHSAS 18001. Nelle scorse settimane, infatti, SGS, l’organismo di certificazione, valutando le procedure di accreditamento prima e il percorso di implementazione poi, ha rinnovato alla Società di logistica intermodale coordinatrice dell’Interporto di Parma i nuovi certificati.

Il Sistema di Gestione Integrato è composto dal Sistema di Gestione Qualità (ISO 9001), dal Sistema di Gestione Ambientale (ISO 14001) e dal Sistema di Gestione della Sicurezza e Salute sul lavoro (OHSAS 18001), ottenuto con certificazioni internazionali dei propri processi, di validità triennale, testimonia la volontà del management di tenere costantemente aggiornati i propri processi in un’ottica di efficienza e sostenibilità.

CePIM, nell’ambito delle proprie attività, ha avviato una serie di progetti con l’obiettivo di assicurare continuità alla crescita patrimoniale e di migliorare la gestione complessiva della sostenibilità d’impresa. Il percorso, iniziato nel 2010, era nato dalla volontà di dotarsi di un sistema di gestione integrato che razionalizzasse le modalità operative, le attività e le azioni sia nei servizi di logistica integrata e di trasporto, partendo dalla fase di progettazione, ma gestendo anche il complesso sistema della sostenibilità ambientale connessa alle attività progettuali e operative. L’implementazione di questi certificati ha portato CePIM ad allinearsi ai criteri internazionali più avanzati per le aziende. Questi riconoscimenti sono frutto di anni di lavoro e investimenti, infatti CePIM ha prodotto nel corso di questi anni una serie di performance positive nei settori dell’energia per illuminazione, nel condizionamento e nel riscaldamento.

IMG-20170111-WA0002

CePIM sostiene la cultura col progetto Costruire con la Luce

CePIM, negli anni, si è fatto promotore di differenti iniziative culturali. Quest’anno ha scelto di sostenere il progetto “Costruire con la Luce”, una serie di installazioni luminose dell’artista Marco Nereo Rotelli. La rassegna luminosa si è aperta lo scorso novembre con l’illuminazione artistica all’interno del cimitero monumentale della Villetta, storico edificio parmigiano. Il secondo momento di Costruire con la Luce ha visto l’illuminazione del Torrione Visconteo e Ponte Verdi, altri pilastri storici della nostra città. In conclusione CePIM ha sostenuto l’illuminazione della Galleria San Ludovico, nel cuore di Parma. All’interno della galleria è stata allestita la mostra di Rotelli.

Come CePIM – Interporto di Parma, abbiamo scelto di sostenere la mostra di Marco Nereo Rotelli perché crediamo molto nella necessità di creare momenti di diffusione culturale in una città come Parma. Città che è permeata dalla storia, dall’arte e dalla musica e che merita di essere esaltata e omaggiata con differenti creazioni artistiche. Cultura è la “coltivazione” di arte, di conoscenza e di bellezza. Noi crediamo fermamente che una città come Parma, in cui la bellezza si trova ovunque, sia possibile esaltare il patrimonio architettonico attraverso la creazione di opere atte a creare meraviglia e stupore in chi le osserva.

La mostra rappresenta il culmine di un progetto pluriennale di installazioni luminose che ha coinvolto anche la Pilotta e il Duomo, che ha permesso di illuminare alcuni luoghi più significativi di Parma considerati “dimenticati” perché per posizione o per destinazione d’uso vengono ritenuti meno importanti di altri.

Non solo cultura, la mostra si pone come obbiettivo anche quello dell’analisi e della discussione della struttura architettonica di Parma, e lo fa lasciando spazio a discussioni e dibattiti all’interno della mostra stessa. Sono stati organizzati infatti momenti di approfondimento con la partecipazione di artisti e critici che permetteranno di analizzare la struttura di Parma e capire insieme quali migliorie possono essere sviluppate per la città.