Dal MIT in arrivo le risorse per il completamento di 12 interporti

Il 29 novembre 2023 segna un capitolo significativo per il settore logistico italiano.

Presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sono state firmate le convenzioni con 12 interporti di rilevanza nazionale. Un passo importante che segna l’inizio di un importante progetto di potenziamento della rete interportuale, con fondi complessivi che superano gli 11 milioni di euro.

Il viceministro Edoardo Rixi ha annunciato con entusiasmo l’impegno finanziario, evidenziando che la somma destinata rappresenta solo l’inizio di una serie di investimenti pianificati. “A breve sarà pubblicato l’avviso per ulteriori 8 milioni di euro, previsti dal Pnrr, a favore della digitalizzazione della catena logistica con riferimento agli interporti“.

Gli interporti beneficiari da questa nuova tranche di sostegno finanziario sono gli interporti di: Torino, Bologna, Novara, Padova, Portogruaro, Venezia e Quadrante Europa di Verona, ognuno dei quali destinatario di contributi dell’importo di un milione di euro. All’interporto di Rovigo andranno inoltre 925mila euro, mentre quello di Livorno ne riceverà 900mila. Altri 882.536 euro andranno all’interporto di Nola, mentre 740mila euro andranno al Cepim – Interporto di Parma e infine 704.834 euro raggiungeranno lo scalo di Cervignano.

Questi finanziamenti rappresentano la risposta a un bando pubblicato dal Ministero circa dieci mesi fa, con l’obiettivo di sostenere realtà che non avevano beneficiato del primo giro di finanziamenti nel giugno 2020. Le risorse sono destinate a sostenere un intervento con una durata massima biennale, mirati a sviluppare la sostenibilità ambientale-energetica, eliminare i colli di bottiglia e adeguare le infrastrutture agli standard più moderni.

Questo investimento mirato contribuirà non solo a migliorare l’efficienza logistica delle regioni coinvolte ma anche a promuovere la sostenibilità e l’innovazione nel settore.